Translate

lunedì 15 settembre 2014

I Classici Disney 455 - cover china


7 commenti:

  1. Risposte
    1. Ciao Nella, Paperino e la 313 ringraziano ;)

      Elimina
  2. una fluidità assolutamente meravigliosa :)

    e mi riporta immediatamente alla mente il maggiolino Herbie (quante volte li avrò visti quei film da ragazzino?) =)

    piccola considerazione a margine, come già in altre occasioni, mi pare che nel disegno finale tu abbia un po' abbassato i toni rispetto al prelim...nello sketch trovo una sensazione di maggior velocità e alcuni dettagli sono davvero preziosi (esempio, gli sbuffi dal radiatore quasi a mimare degli "snort" di un cavallo imbizzarrito) :)

    RispondiElimina
  3. Era il 1968 e negli USA usci nelle sale " Un maggiolino tutto matto", qui in Italia arrivò qualche anno dopo. Io ricordo ( con una certa commozione e nostalgia , ma che vuoi, sto invecchiando ) un pomeriggio al cinema con il mio nonno, ero al settimo cielo!

    Si, è vero, preferisco eliminare dall'esecutivo tutto ciò che non è essenziale allo scopo, le copertine a mio avviso devono essere molto ( ma molto ) leggibili, e ho sempre paura di sconfinare nell'illustrazione. Poi aggiungiamo il fatto che le matite sono sempre più dinamiche e " fresche " delle chine e il quadro è completo. :)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono sempre sorprendenti i collegamenti che la nostra mente, pungolata dai nostri sensi, è in grado di fare attingendo poi al fiume dei nostri (personalissimi e unici) ricordi :)

      sottoscrivo in pieno il fatto che le copertine debbano far arrivare il messaggio nel modo più immediato possibile ;)
      e, sì, non riesco proprio esimermi dall'elogio sperticato alle matite... in genere, la china qualcosa dà, qualcosa toglie :)

      Elimina
  4. Veramente bello. Ha la freschezza dei disegni che facevano negli anni 70 .Mi riporta alla mia infanzia quando nelle vacanze estive accompagnavo mia nonna al mercato settimanale dove c'era un banco di giornalini usati e per 500 lire potevo prendere anche diversi topolini. Grazie a questo sistema avevo accumulato oltre 300 Topolino che d'estate avevo il permesso di tirare fuori da un grosso baule che tenevamo in cantina e man mano che li leggevo li impilavo a ridosso del muro della mia cameretta. Questo disegno mi ricorda una di quelle storie richiamando alla memoria quel periodo felice, oramai sepolto nelle pieghe della mia memoria. Grazie Andrea !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bei tempi e bei ricordi, aahh! le paghette, che gioia!
      Anche io ( come tutti del resto ) ho tanti piccoli e grandi bauli conservati nella soffitta dei ricordi, ogni tanto è piacevole rispolverarli e ritrovarvi le cose perdute. Ricordo che una volta mia madre strappo un volume Disney che amavo leggere a tavola, si era stufata di sgridarmi a vuoto, ma del resto era una raccolta di " Paperino ai mondiali di calcio " di Romano Scarpa e io ne ero letteralmente stregato. Che capolavoro!
      Una delle prime copertine che disegnai appena entrato in Disney , fu per un albo dedicato proprio a questa raccolta...vi lascio immaginare la goduria!

      Ciao Luca!

      Elimina